Home » Associarsi alla Socrem

Associarsi alla Socrem

Perchè iscriversi

 Iscriversi alla Società per la Cremazione di Firenze vuol dire in modo molto semplificato:

 

Risolvere  tutte le formalità burocratiche relative al problema della cremazione.

 

Possibilità di decidere in vita di far disperdere le proprie ceneri in natura (nelle regioni che lo consentono) senza necessità di ricorrere ad un Notaio

 

Sicurezza di ottenere la cremazione della propria salma senza possibilità per alcuno di impedire l'esecuzione di tale volontà.

 

 

Possibilità di usufruire di servizi funebri  a prezzi concordati con Imprese convenzionate
 

Uno sconto pari al 25 % sulla tariffa di cremazione stabilita dal Ministero dell'interno e dal comune di residenza

  Uno sconto sino al 50% sull'acquisto dell'urna cineraria.
  Un sostegno concreto che si da all'affermarsi della Cremazione.

 

Rispetto della volontà La volontà del socio di essere cremato e/o quella di far disperdere le proprie ceneri è tutelata dalla Socrem anche contro l’eventuale opposizione dei congiunti. La legge infatti privilegia la dichiarazione fatta dal defunto al momento dell’iscrizione alla Socrem che è prevalente in quanto si tratta di disposizione a carattere testamentario. E appunto in qualità di esecutore testamentario il Presidente della Socrem è tenuto a farla rispettare, se necessario anche in sede giudiziaria.

 Disbrigo della pratica La Socrem assieme all’Impresa funebre scelta provvede alla gestione della procedura burocratica per l’ottenimento dell’autorizzazione alla cremazione, sollevando i congiunti da tale incombenza in un momento particolarmente doloroso. Ricordiamo che le vigenti norme prescrivono, per la cremazione di persone non iscritte alla Socrem, che il coniuge, o in sua assenza tutti i parenti di pari grado più prossimi (figli, o fratelli ecc.) si presentino a dichiarare concordemente di voler far cremare il congiunto, basta solo un dissenziente oppure un assente per rendere impossibile la cremazione.

 Dispersione delle ceneri Come già evidenziato sopra, ricordiamo che un altro vantaggio per il Socio è quello di poter decidere circa la dispersione delle proprie ceneri compilando semplicemente un modulo presso i nostri uffici. A questo proposito informiamo i ns. Soci che sono disponibili urne cinerarie in materiali biodegradabili per essere inumate oppure in sale pressato per essere disperse in mare

 Chi non si iscrive deve necessariamente dichiarare la propria volontà in atto notarile o ai propri parenti che, congiuntamente, dovranno certificarla di persona, in una istanza da presentare al Comune.  La nostra Società, proprietaria degli impianti di cremazione, cura lo svolgimento del processo di  Cremazione, assicurando che sia rispettata la dignità della morte e il dolore dei parenti.

 

 Modalità iscrizione

 

Per iscriversi alla Società per la Cremazione Firenze è possibile scegliere tra due opportunità:

 

  1. Recarsi presso la sede di Via dell'Ariento n. 13 negli orari di ufficio muniti di un documento d'identità valido e compilare i moduli, gli impiegati della Società daranno tutte le informazioni utili.

  2. Recarsi presso le Imprese funebri fiduciarie, autorizzate a raccogliere iscrizione per conto della nostra Società

 

 I costi sono gli stessi per qualsiasi modalità scelta: la tassa di ammissione alla Società è di € 20,00  (una tantum), la tessera sociale annuale è di € 10,00

 Il rinnovo della tessera sociale annuale può avvenire, oltre che recandosi presso i  nostri uffici,  anche tramite semplice bollettino   postale sul  C/C N. 29126513 intestato a:

 Società per la Cremazione Via dell'Ariento 13 50123 Firenze.

 

 

Dallo Statuto:

 

Art. 3 - Fanno parte della Società le persone di ambo i sessi, italiane e straniere, maggiorenni, le quali abbiano compilato la domanda relativa su apposito modulo, fornito dalla Società stessa, e che abbiano pagato la tassa di ammissione e la tessera annuale i cui importi saranno fissati annualmente dal Consiglio di Amministrazione in base al valore monetario.

 

Art 4 - Coloro che non avessero raggiunto la maggiore età potranno far parte del Sodalizio facendo corredare la domanda dal consenso di chi esercita la patria potestà.

 

Adempimenti per ottenere la Cremazione

 Si riporta di seguito il testo dell'articolo 79 del nuovo regolamento nazionale di Polizia Mortuaria approvato con D.P.R. 10 Settembre 1990 n' 285.

 La cremazione di ciascun cadavere deve essere autorizzata dal Sindaco sulla base della volontà testamentaria espressa in tal senso dal Defunto.

 In mancanza di disposizione testamentaria, la volontà deve essere manifestata dal coniuge e, in difetto, dal parente più prossimo individuato secondo gli art. 74 e seguenti del Codice Civile e, nel caso di concorrenza di più parenti dello stesso grado, da tutti gli stessi.

  La volontà del coniuge o dei parenti deve risultare da atto scritto con sottoscrizione autenticata dal   Notaio o dai pubblici ufficiali abilitati ai sensi dell'art. 20 legge n. 150 del 04/01/1968.

 L'autorizzazione alla Cremazione deve essere rilasciata dal Sindaco del Comune in cui è avvenuto il decesso.  A tal fine occorrerà esibire il certificato medico ad uso cremazione, con firma del medico autenticata dalla U.S.S.L. competente per territorio e la volontà del defunto (iscrizione alla Socrem) che potrà essere ritirata da un familiare presso la nostra Sede o, su richiesta, da noi trasmessa direttamente all'Impresa funebre.

 Per coloro i quali, al momento della morte risultino iscritti ad Associazioni riconosciute che abbiano tra i propri fini quello della cremazione dei cadaveri dei propri associati, è sufficiente la presentazione di una dichiarazione in carta libera scritta e datata, sottoscritta dall'associato di proprio pugno (e, se questi non sia in grado di scrivere, confermato da due testimoni) dalla quale chiaramente risulti la volontà di essere cremato. La dichiarazione deve essere convalidata dal Presidente dell'Associazione.

    

Resti mortali ed ossei.

 La circolare del Ministero della Sanità n. 24 del 24/06/1993 riferita al regolamento di Polizia mortuaria approvato con DPR 10/02/1990 n' 285 prevede la possibilità di procedere alla cremazione dei resti mortali od ossei laddove non sia dissenziente il coniuge o in mancanza il parente più prossimo.

 La facoltà di poter procedere alla cremazione dei resti riesumati consente il ricongiungimento in unica sepoltura del gruppo familiare.

Socrem Firenze

Socrem Firenze